Santacroce: "Se a Parma ci fosse stata l'unione di intenti che c'è ora al Cuneo, forse ci saremmo salvati"

di Vito Aulenti
articolo letto 893 volte
Foto

Intervenuto sulle colonne di Tuttosport, Fabiano Santacroce si è soffermato sulle differenze tra le difficoltà societarie attuali del Cuneo e quelle del Parma nel 2015: "A Parma non c'era questa unione di intenti. Se ci fosse stata, avremmo potuto riuscire a salvarci. Però, a dire il vero, la situazione là fu ancora più surreale. Qui, al netto degli errori della proprietà, ci sono un grande gruppo con l'allenatore e una parte della dirigenza che si è compattato come non mai".


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy