Giorgetti: "Un solo candidato per la FIGC non è normale. Siamo all'anno zero e combatteremo scommesse illegali"

di Sebastian Donzella
articolo letto 331 volte
Foto

Giancarlo Giorgetti, sottosegretario del governo Conte con delega allo sport, al Corriere dello Sport ha commentato le ultime novità politiche del calcio italiano, con Gabriele Gravina a un passo dall'elezione a presidente della FIGC: "Il candidato unico. Le sembra normale? Il calcio italiano non è in grado di offrire un'alternativa. Gravina l'ho incontrato, abbiamo parlato, mi ha spiegato che vuole cambiare, ha un programma ambizioso, ma per fare la metà delle cose che ha inserito nel testo occorrerebbero 25 anni. La riforma della giustizia sportiva è uno dei punti chiave. Così come quella della Lega Pro. Gravina ha capito che siamo all'anno zero, mi auguro si renda conto che devono cambiare anche molte facce. Gravina mi ha esposto le sue idee e conosce le mie. Sono allo studio anche norme per combattere le scommesse illegali, le abbiamo in canna.". 


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy