Rassegna stampa - CFA ribalta sentenza primo grado: annullata la penalizzazione

di Nico D'Agostino
articolo letto 789 volte
Foto

Giustizia è fatta. E' arrivata la tanto sospirata sentenza della Corte Federale d'Appello, dopo il dibattimento di ieri. La notizia è buonissima per i tifosi del Parma, dal momento che il ricorso dei crociati è stato parzialmente accolto. La richiesta di penalizzazione, infatti, è stata totalmente annullata: per il club ducale, la sanzione è di una ammenda che ammonta a 20mila euro. Parzialmente accolto anche il ricorso di Emanuele Calaiò, che si vede ridurre la squalifica a sei mesi, fino al 31 dicembre 2018. Anche per l'attaccante c'è però una multa, che ammonta a 30mila euro. Respinto dunque il ricorso del Palermo. Lo si legge nel comunicato, che vi proponiamo per quanto riguarda le sentenze: "La C.F.A.,, previo riunione dei procedimenti nn. 1, 2 e 3: ACCOGLIE PARZIALMENTE i ricorsi del Calaiò e della società Parma Calcio e, riqualificati i fatti ai sensi dell’art. 1 bis C.G.S. ridetermina le sanzioni nei seguenti termini: - squalifica sino al 31.12.2018 e ammenda di € 30.000,00 al calc. Calaiò Emanuele; - ammenda di € 20.000,00 alla società Parma calcio 1913 S.r.l.. RESPINGE il ricorso della società U.S. Città di Palermo S.p.A".


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy