Torino e Parma, due momenti di forma completamente differenti

di Alessandro Tedeschi
articolo letto 195 volte
Foto

Il Parma arriva alla sfida con il Torino di sabato pomeriggio con un digiuno dal gol che dura da ben 330 minuti, l'ultima rete è stata segnata da Ceravolo contro il Genoa. Il Torino invece si presenterà con un attacco in splendida forma: 10 reti segnate nelle ultime 4 gare e un Belotti finalmente ritrovato. E' anche vero che in queste giornate il Parma non ha mai potuto schierare l'attacco titolare, che tornerà ad essere presente con i granata. I crociati non vincono da tre giornate, hanno trovato due sconfitte contro Lazio ed Atalanta, mentre domenica scorsa hanno pareggiato contro il Frosinone. Dall'altra parte invece il Torino non perde dal 23 di settembre, quando incappò in un brusco 3a1 interno contro il Napoli. Da lì tre vittorie e tre pareggi nelle ultime 6 giornate. Ma si sa, il calcio non è una scienza esatta, e il Parma ce l'ha già insegnato più volte in questa stagione (vedi San Siro e Marassi). Per la prima volta da inizio stagione D'Aversa potrebbe schierare l'11 ideale, con i tre colpi estivi Gervinho, Grassi, Inglese tutti a disposizione. Domani potremmo finalmente vederli tutti all'opera, per invertire la rotta intrapresa nelle ultime giornate.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy