Serie B, la CoViSoc esclude Avellino, Bari e Cesena

di Nico D'Agostino
articolo letto 847 volte
Foto

La Covisoc, nella giornata odierna, ha emanato la sentenza sulle ammissioni al campionato di Serie B 2018/2019. La Commissione di Vigilanza ha escluso Avellino, Bari e Cesena. Questi tre club non risultano al momento in regola con la documentazione necessaria per l’iscrizione al prossimo torneo cadetto. Le società bocciate potranno inoltrare ricorso entro le ore 19 di lunedì 16 luglio per ricapitalizzare e per mettersi in regola con i pagamenti arretrati di Irpef e degli stipendi dei calciatori. Al Bari, per esempio, mancano 3 milioni per completare l’aumento di capitale. L’Avellino deve correre per completare la ricapitalizzazione. Il Cesena invece è in una situazione ancora più articolata: si era iscritto anche senza l’accordo con l’Agenzia delle Entrate per la ristrutturazione del debito (circa 40 milioni dei 73 complessivi). Poi entro giovedì 19 luglio, esaminati i ricorsi, le commissioni esprimeranno parere motivato al commissario straordinario della Figc che nella giornata successiva deciderà sulle concessioni delle licenze nazionali. In caso di responso avverso, le società escluse avranno ancora la possibilità di ricorrere al Collegio di Garanzia dello Sport del Coni il 26 luglio. Lunedì si esprimerà la Figc che effettuerà anche la graduatoria per i ripescaggi sia in B sia in C.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy