Ascoli-Parma, le probabili formazioni di ParmaLive.com

di Vito Aulenti
articolo letto 819 volte
Foto

Il pari interno col Cittadella non ha minato le certezze del Parma, che, anzi, può assolutamente dirsi soddisfatto della prova sfoderata al cospetto dei veneti. Peraltro i risultati del sabato sono stati assai benevoli con la squadra di Roberto D'Aversa, che, nonostante il punticino di venerdì, è rimasta a sole due lunghezze dalla seconda posizione, attualmente occupata da Frosinone e Palermo. Nell'anticipo del trentaseiesimo turno di B, in programma questa sera allo stadio Del Duca (fischio d'inizio: ore 20.30), i ducali, tenteranno dunque il momentaneo sorpasso ai danni della sopraccitata accoppiata, ma dovranno vedersela con la fame di punti dell'Ascoli, reduce da un pesante ko in quel di Foggia. All'andata finì 4-0 in favore degli emiliani, che s'imposero sulla formazione bianconera in virtù delle segnature di Iacoponi, Insigne, Baraye e Munari. A dirigere il match odierno sarà il signor Marco Serra di Torino, coadiuvato dagli assistenti Lombardi e Cipressa, e dal quarto ufficiale, il signor Camplone.

COME ARRIVA L'ASCOLI - Tante assenze per mister Cosmi, il quale stasera sarà privo dello squalificato Agazzi e degli infortunati Favilli, Carpani, Bianchi, Pinto e Martinho. Al posto del portiere ex Cagliari ci sarà il classe 1990 scuola Roma Ivan Lanni, mentre il terzetto difensivo dovrebbe essere composto da Padella, Mengoni e Cherubin. A centrocampo sarà data fiducia a Mogos, Addae, Buzzegoli, D'Urso e Mignanelli, mentre in avanti sono in tre a battagliare per due maglie (Clemenza, Lores Varela e l'ex crociato Monachello).

ASCOLI (3-5-2): Lanni; Padella, Mengoni, Cherubin; Mogos, Addae, Buzzegoli, D'Urso, Mignanelli; Clemenza, Monachello.
A disposizione: Venditti, De Santis, Florio, Gigliotti, Castellano, Kanoutè, Parlati, Baldini, De Feo, Ganz, Lores Varela, Rosseti.
Allenatore: Cosmi.

COME ARRIVA IL PARMA - Gli innesti di Dezi e Mazzocchi dovrebbero essere le uniche novità di un Parma con pochissime alternative in difesa, a centrocampo e nella posizione di punta centrale, dove Calaiò sarà costretto a giostrare ancora come riferimento nonostante le tre gare in una settimana. Siligardi rimane un'opzione, ma più per la gara in corso che per una maglia da titolare. In difesa ancora Lucarelli e Iacoponi, con Gagliolo a sinistra. Anche Barillà e Munari giocheranno la seconda gara in tre giorni, mentre rimangono da valutare fino all'ultimo le condizioni di Di Gaudio. Gli assenti sono esattamente gli stessi di venerdì sera.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy