Faggiano: "Progetto non a lungo termine, no a Cassano e Balotelli"

di Sebastian Donzella
articolo letto 2860 volte
Foto

Daniele Faggiano vuol sentir parlare solo di mercato. E ne parla anche, ai microfoni di RMC Sport. Questo l'intervento del diesse crociato, partendo dalle sue impressioni sui cinque punti di penalizzazione cancellati ieri dalla Corte d'Appello: "Siamo soddisfattissimi però non ne ho parlato prima e non ne parlo adesso. Io faccio il direttore sportivo, di queste cose se ne occupano gli avvocati: è logico che fa piacere".

L'immagine del club ne viene riabilitata, anche se tanti si erano già schierati dalla vostra parte.
"Come detto preferisco non parlarne. Per dei mesi non ho dormito, non li recupererò mai".

Vi siete mossi moltissimo sul mercato. Soddisfatti del lavoro fatto finora?
"Stiamo lavorando in base anche al budget. Stiamo cercando di completare la rosa. Sapevamo che non sarebbe stato semplice questo mercato per una neo promossa, ma la piazza di Parma ha un richiamo particolare".

Tempisticamente siete stati bravi a prendere Sepe visto quanto sta succedendo a Napoli.
"Mi aspettavo una chiamata per farlo tornare (ride NdR). Credo che sia la soluzione migliore per tutti, ha bisogno di giocare, quest'anno me lo godo io".

Qual è il progetto nei prossimi anni?
"Non può essere a lungo termine, il Parma viene dal fallimento. Da fuori si vede solo il calciomercato, non si nota l'acquisizione del centro sportivo e la sistemazione dello stadio per la A, parliamo di milioni di euro. Il progetto è puntare alla salvezza per poi costruire: non a caso lavoreremo molto con prestiti con diritto di riscatto o prestiti secchi. Purtroppo, o per fortuna visto che facciamo le cose in maniera oculata". 

Balotelli: realtà o fantasia popolare?
"È nella fantasia di tutti, anche la mia. Come detto prima, dobbiamo fare i conti con i conti. Non possiamo andare oltre a determinate cifre. Io non lascio nulla al caso: non posso dire che non mi ci sono avvicinato ma poi sono scappato (ride, NdR)".

Aveva parlato col giocatore?
"Avevo parlato un po' con tutti".

C'è spazio per Cassano?
"È dura, stiamo valutando tanti profili: siamo su altre situazioni e non ci possiamo intasare. Quindi no".

No perché lo ritiene un ex calciatore?
"Per valutazioni nostre, non posso comprarli da solo i giocatori, devo confrontarmi con società e mister".

È fatta per Sprocati?
"No ancora no, abbiamo tanti esterni come Biabiany, Di Gaudio, Ciciretti, Siligardi e Galano. Dobbiamo fare un po' di uscite per adesso. Quindi Sprocati per adesso no".

Galano, Ceravolo, Ciciretti il trio davanti?
"Per adesso è quello".



Daniele Faggiano, DS Parma, e Stefano Impallomeni intervistati da Marco Piccari e Vincenzo Marangio
Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy