PL - Gasbarroni: "Il Parma può fare risultato, ma dovrà fare attenzione. Pronostico? Dico 1-1"

di Giuseppe Emanuele Frisone
articolo letto 302 volte
Foto

Alla vigilia di Torino-Parma, noi di ParmaLive.com abbiamo contattato in esclusiva Andrea Gasbarroni, doppio ex della sfida. Gli abbiamo chiesto come vede la sfida di domani, alla luce degli ultimi risultati. Queste le sue dichiarazioni: "Sicuramente ora come ora il Torino è in un momento migliore: la squadra di Mazzarri è reduce da un periodo positivo e cercherà di dare continuità agli ultimi risultati. Il Parma ha avuto un ottimo inizio, dimostrando un buon impatto con la categoria. Ultimamente ha avuto qualche battuta d'arresto in questo periodo, ma è una squadra che si riprenderà. Al momento comunque il Torino è leggermente favorito dal punto di vista psicologico".

Al Parma mancherà Stulac, al Torino Meité. Si tratta di due assenze importanti:
"Sì, sono due giocatori che in questo momento rivestono una certa importanza nelle due squadre. In particolare mi ha colpito molto Meité: è al suo primo anno in Italia e sta facendo molto bene, è un giocatore con fisicità che riveste un ruolo di primo piano nello schema di Mazzarri". 

Torino-Parma può significare anche Belotti-Inglese. Una sfida nella sfida, tra giocatori che possono anche ambire alla Nazionale:
"E' vero. Sono due giocatori che in questo momento stanno facendo bene. Inglese è un giocatore che ha sempre fatto i suoi gol, ma senza raggiungere i picchi di Belotti. Quest'ultimo due anni fa ha fatto più di venti gol in campionato e in casa Toro ci si aspetta molto da lui; detto questo, mi sembra che Inglese, pur segnando meno, sia un attaccante un po' più continuo come prestazioni. In ogni caso sono due giocatori su cui entrambe le squadre puntano molto, e sono tra i calciatori che potrebbero far comodo alla Nazionale. Sicuramente Mancini sta seguendo anche Inglese, e come Belotti è tenuto in considerazione. Un loro eventuale utilizzo in Nazionale comunque dipenderà da ciò che faranno vedere nel club".

Il Parma può fare risultato a Torino, e come potrebbe riuscire a spuntarla?
"Sicuramente il Parma ha la possibilità di fare risultato, perché nel calcio è così. Penso che il Parma dovrà essere molto attento, visto che Mazzarri è un maestro nelle ripartenze. A me piace un calcio propositivo, all'attacco, ma è chiaro che ogni squadra ha le sue caratteristiche e che deve sempre cercare di mantenere un certo equilibrio. Al di là di questo, D'Aversa mi ha fatto l'impressione di essere un tecnico molto bravo: sicuramente ha cercato di preparare la gara nel migliore dei modi".

D'Aversa tra l'altro in conferenza ha previsto che sarà un match molto fisico. Sei d'accordo?
"Sono d'accordo, sia da una parte che dall'altra ci saranno giocatori muscolari e si giocherà anche sul fisico. Ma direi che è anche una costante di tutto questo campionato, mi sembra che ci sia molta forza fisica. Poi è chiaro, in questo match emergerà anche la qualità: penso che alla fine siano comunque le qualità tecniche a fare la differenza, e sia da una parte che dall'altra ci sono giocatori che possono lasciare il segno sull'incontro. Io non sono un allenatore, ma sono convinto che a questi livelli ci sia anche molta qualità".

Un pronostico sulla partita?
"Difficile a dirsi... Diciamo 1-1".

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy